Le più belle case sull’albero in Africa

Le più belle case sull’albero in Africa

Chiudendo gli occhi e immaginando, in questo periodo di astinenza di viaggi in terre lontane, un luogo dove vorrei trovarmi, non avrei dubbi… una casa sull’albero nel bel mezzo della savana africana. Riposare all’ombra di un grosso albero africano, immersa completamente nello spirito wild e nel romanticismo del “Continente nero” con tutti i comfort da rendere il soggiorno indimenticabile.

Molti dei campi presenti, sono campi semipermanenti e questo aspetto è fondamentale per coloro che sono attenti all’ambiente. Ciò significa che una volta rimossa la struttura, il paesaggio sarà esattamente lo stesso di prima dell’installazione. Queste dimore sono utilizzate prevalentemente come alternativa per una o due notti alla sistemazione nella camera del lodge al quale appartengono. Naturalmente ogni attività viene svolta nel rispetto della fauna locale, ma in piena sicurezza per gli ospiti, così da rendere l’esperienza possibile anche a chi si reca in Africa per la prima volta.

Ecco una selezione delle case sull’albero più suggestive in Africa: molte di quelle esistenti sono prevalentemente in Sud Africa, paese per eccellenza padrone dell’ospitalità.

1. Chalkley Treehouse, Lion Sands Private Game Reserve

 

Credits Lionsands.com

Quale miglior ricordo di un viaggio romantico, il sorseggiare un calice di Pinotage o Shiraz sudafricano in compagnia della propria anima gemella, circondati da decine di lampade ad olio e lanterne con il sottofondo dei suoni della natura africana? Battezzata con il nome dell’esploratore che negli anni 30 del secolo scorso, si insediò in tale area all’ombra di un esemplare centenario di Leadwood, albero molto suggestivo da fotografare. Imperdibile per coppie alla ricerca della massima espressione del romanticismo e famosa per i suoi picnic serali che deliziano il palato con ottimo cibo ed eccellenti bottiglie di vino rosso dell’area vinicola sudafricana.  Molti dei campi presenti, sono campi semipermanenti e questo aspetto è fondamentale per coloro che sono attenti all’ambiente.

2. Africa on Foot, Klaserie Private Game Reserve

Credits TripAdvisor

La treehouse forse meno conosciuta dai turisti, ma sicuramente “No frills”, intima, in un’area ben popolata di animali, ma con un prezzo decisamente imperdibile. Un lodge di sole 5 camere con una casa sull’albero in prossimità del lodge, ma con il massimo dell’intimità. Un bagno, un salotto e la camera da letto al piano superiore per riposare serenamente nell’attesa di poter vedere insieme l’alba con gli elefanti che mangiano erba ai suoi piedi.

3. Ngaga Camp, Odzala National Park

Credits journeysbydesign.com

Una vera chicca, una gemma nel panorama delle Treehouses. Uno di quei posti da inserire nella propria “Bucket list” la lista dei luoghi da visitare almeno una  volta nella vita. Ngaga Camp è situato situated in una frangia dell’Odzala National Park in Congo, dove c’è la seconda foresta tropicale più grande al mondo. Costruito secondo tutti gli standard per assicurare il minimo impatto ambientale.

La caratteristica di queste camere è di offrire ai propri ospiti una vista a 360° direttamente dal cuore dell’Africa, circondati da uccelli tropicali, con posibilità di osservare le rare Colobus monkey o avventurarsi in un trekking guidato alla ricerca di uno degli animali più rari ed elusivi del pianeta, il western lowland gorilla.

Il campo è ideale per coloro che cercano un’esperienza romanti ca, memorabile, fuori dai classici circuiti turistici.

4. Hyena Pan Tented Camp, Okavango Delta


Credits expertafrica.com

Una sistemazione costruita per gli amanti degli ambienti incontaminati dal turismo di massa. Localizzato nell’area del Khwai River  in Botswana, vanta un passaggio eccezionale di animali oltre al fatto di a vere una pozza d’acua privata, dove gli animali vengono ad abbeverarsi. Le specie più comuni avvistate sono: elefanti, buffali, feline, ippopotami, iene e i rari licaoni.

Il campo dispone di “Sky bed” ovvero dei letti sospesi su delle piattaforme sopraelevate che hanno appunto la vista sulla pozza ben freuentata dalla fauna locale. La camera dispone di due livelli: un bagno sempre al piano più basso e un piano alto, con il romantico letto per dormire letteralmente sotto le stelle e il cielo africano è davvero imperdibile, potendoosserrvare la Croce del Sud, la costellazione dello Scorpione ed Orione con il sottofondo dei suoni della natura africana.

5. Lake Manyara Tree Lodge, Lake Manyara National Park

Credits TripAdvisor

Il parco della Tanzania del Nord meno considerato, ma non per questo meno suggestivo. Non trovandosi lontano dal famoso parchi del Serengeti e non lontano dall’universalmente noto Cratere del Ngorongoro, questo parco è spesso attraversato molto velocemente, senza dedicargli il giusto tempo.

Quale migliore occasione di visitarlo dormendo all’interno dell’unica struttura ricettiva del parco? La struttura si trova in un’area dalla vegetazione lussureggiante, all’ombra di antichi albneri di fico e mahogany. Composta da solo 10 camere, è l’ideale per coloro che ricercano pace in un ambiente esclusivo fuori dalle aree piene di turisti dei parchi circostanti.

Lake Manyara è famoso per la sua avifauna, per la possibilità di avvistare rinoceronti nel mezzo dei famosi fenicotteri rosa e per i leoni rampicanti che sono soliti riposare in branco sui rami di questi grossi, in attesa che cali il buio per poter iniziare la caccia.

Alessandra Mariani

Classe 1980, fin da piccola passava le sue domeniche a Linate a vedere gli aerei decollare. La svolta a 5 anni, quando mamma e papà la portarono ad un incontro con il famoso esploratore Ambrogio Fogar. Ne rimase affascinata e salutò l’esploratore dicendogli che da grande avrebbe fatto il suo lavoro. Dall’età di 15 anni nel turismo, lavorando tra agenzie di viaggio, tour operator, compagnie aeree, di autonoleggio e di crociera, ha girato tutti i cinque continenti. Ha vissuto 3 anni in Sud Africa, tra Città del Capo e la savana e si è occupata della realizzazione di documentari naturalistici per la TV nazionale. Specializzata in safari a piedi, in mountain bike, in canoa, in mongolfiera, nei safari artici e in tutte quelle esperienze indelebili nella memoria, si dedica oggi all’organizzazione di viaggi, alternando la vita di mamma.

Condividi sui social